2 giugno festa della Repubblica

Data di pubblicazione:
02 Giugno 2022 - 02 Giugno 2022
2 giugno festa della Repubblica

Ogni anno, il 2 giugno, l’Italia ricorda il referendum del 1946 con cui gli italiani furono chiamati a scegliere tra il mantenimento della Monarchia nel Paese oppure la Repubblica.

Dopo 85 anni di regno della dinastia dei Savoia, di cui 20 sotto la dittatura fascista, i cittadini italiani votarono per una Repubblica costituzionale.

Il clima in Italia era teso, il voto si svolgeva tra le macerie della Seconda guerra mondiale che si era conclusa da poco.

Per la prima volta furono chiamati alle urne sia gli uomini che le donne, da quel momento le votazioni nel Paese si svolsero a suffragio universale.

Ma non tutti gli italiani poterono votare. Molti, infatti, erano prigionieri di guerra nei campi degli alleati, mentre gli internati in Germania stavano cominciando lentamente a tornare.

Esclusi dal voto anche gli abitanti della provincia di Bolzano, che era stata annessa alla Germania dopo la creazione della Repubblica di Salò e nel 1946 era sotto il governo degli alleati. Lo stesso avvenne a Trieste, sottoposta ad amministrazione internazionale.

Quelle del 2 e 3 giugno 1946 furono le prime elezioni dopo 22 anni di regime fascista e agli elettori maggiorenni, all’epoca dai 21 anni in su, furono date due schede: la prima per il referendum istituzionale e la seconda per l’elezione dei deputati dell’Assemblea Costituente.

L’Assemblea Costituente sarebbe stato l’organo con il compito di redigere la nuova carta costituzionale a seconda dell’esito della votazione, ossia della vittoria della Repubblica o della monarchia.

I risultati del referendum vennero resi noti il 18 giugno del 1946 quando la Corte di Cassazione proclamò ufficialmente la nascita della Repubblica Italiana.

Gli italiani che votarono a favore della Repubblica furono 12.718.641, pari al 54,3% degli elettori. (nella foto, un'immagine d'archivio del referendum del 1946).

Furono 10.718.502 gli italiani che scelsero la Monarchia (nella foto, Giuseppe Romita legge i risultati del voto).

Meno di un mese dopo il referendum Enrico De Nicola venne nominato primo presidente della Repubblica Italiana e Alcide De Gasperi fu il primo presidente del Consiglio.

La prima Festa della Repubblica si è celebrata già nel 1947, anche se la prima parata militare ai Fori imperiali si è tenuta l’anno successivo, nel 1948.

Il 2 giugno è però stato dichiarato festa nazionale solo nel 1949. 

Anche nel 2020, anno della pandemia di Covid-19, in occasioone della Festa della Repubblica, si è svolta la tradizionale cerimonia all'altare della Patria a Roma, ma senza la parata.

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, la Capitale torna a celebrare la Festa della Repubblica. Per la prima volta vi partecipano i rappresentanti della sanità.

Buona festa della Repubblica

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 02 Giugno 2022